Eppure è successo di nuove, alle porte di casa nostra. Guerra, l’attacco Russo all’Ucraina e la popolazione in fuga dai bombardamenti con ogni mezzo a disposizione.

Cosa possiamo fare? Poco ma anche poco è abbastanza.

Lunedì 28 febbraio è partita presso gli orti la raccolta di medicinali pediatrici da inviare ai profughi ucraini rifugiati al confine con la Romania. Mercoledì il pacco è stato consegnato a Salvamamme-Salvabebè che ha provveduto alla sanificazione e stamattina sabato 5 marzo un tir con tutti i beni raccolti in questi giorni da più parti è partito alla volta del confine ucraino.

Alla partenza del tir a rappresentare la nostra Associazione, invitati da Salvamamme, c’era la nosta socia Angela. Grazie Angela e grazie a tutti coloro, ortisti amici e parenti e ….il farmacista di quartiere, che hanno dato il loro contributo alla raccolta. Piccoli gesti riempiono grandi camion.

Cosa abbiamo raccolto: medicinali pediatrici

e anche beni alimentari, coperte e prodotti per l’giene

poi tutto è stato consegnato a Salvamamme

e sabato 5 marzo in tarda mattinata il tir è partito alla volta della Romania