Associazione Orti Urbani Valle dei Casali

L’Associazione Orti Urbani Valle dei Casali APS nasce il 17 ottobre 2014 data in cui il Municipio Roma XI Arvalia Portuense ha affidato, con una convenzione, all’Associazione Orti Urbani Valle dei Casali un’area verde da destinarsi ad orticoltura sociale e collettiva in via Palaia a Roma.

L’avvio degli orti è stato possibile grazie ad una cospicua campagna di bonifica del terreno che ha restituito a tutti i cittadini del quartiere un’area per iniziative sociali a contatto con la natura.

L’Associazione Orti Urbani Valle dei Casali APS è un’associazione senza scopi di lucro finalizzata alla partecipazione, all’innalzamento del livello qualitativo di vita della cittadinanza e alla promozione di modelli di sostenibilità ambientale.

L’Associazione persegue modelli di tutela ambientale volti all’autoproduzione di alimenti biologici ed all’autoconsumo ed in particolare lo sviluppo, la tutela e la valorizzazione di parchi pubblici e di spazi verdi in genere e in particolare l’area situata in Roma zona Viale Isacco Newton tra Via Emilio Almansi e Via Santorre di Santarosa ‐ in considerazione della loro funzione di mitigazione dell’inquinamento, di salvaguardia della salute e di difesa del territorio.

Nello specifico, l’Associazione Orti Urbani Valle dei Casali APS vuole:

  • promuovere buone pratiche di sostenibilità ambientale, conoscenza della natura e tutela del paesaggio;
  • creare e coltivare orti e giardini recuperando aree abbandonate al degrado;
  • sviluppare momenti di socialità e di incontro;
  • recuperare una cultura e una pratica contadina che coinvolga i cittadini del quartiere, le scuole, le case famiglia e
    gli anziani;
  • assecondare la voglia di verde e partecipazione attiva, contribuire a far uscire dall’isolamento molte persone della
    terza età (ortoterapia);
  • favorire la solidarietà intergenerazionale favorendo la reciproca conoscenza operando per ridurre la distanza tra
    generazioni (orto didattico).

Attualmente i lotti assegnati sono 62. Inoltre è stata realizzata una serra per la messa a dimora di semenze antiche, una spalletta con erbe aromatiche e piante succulente e due lotti sono destinati per  l’orto didattico.


Planimetria area comunale – 62 lotti